Author Archives: Centro Studi Silvio Pellico

  • 0

Alarm over state of Italy’s historic monuments

Alarm over state of Italy’s historic monuments (via AFP)

Alarm bells are ringing once more over the upkeep of Italy’s historic monuments, from the Roman city of Pompeii to the Colosseum, with budget cuts hampering repairs and UNESCO issuing a stern rebuke. “Over the last five years, the culture budget has…

Read More

  • 1

Il tumulo della Regina, arte etrusca in mostra a Pinerolo

il CeSMAP, Centro Studi e Museo di Arte Preistorica di Pinerolo, inaugura sabato 18 maggio 2013, alle ore 17,30, presso l’atrio CeSMAP in via Brignone 1, Pinerolo, la mostra fotografica “Il TUMULO DELLA REGINA”, immagini di una scoperta archeologica nella metropoli etrusca di Tarquinia.

La mostra, gratuita, sarà aperta al pubblico fino al 22 dicembre 2013, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 e la domenica pomeriggio dalle ore 15,30 alle 18,30. È possibile prenotare visite per scolaresche e gruppi organizzati con orario libero telefonando al numero indicato in locandina.


  • 1

Rassegna stampa 2013

La stampa 8 maggio 2013

image

VDPINER13142107_09

Numero-14-domenica-21-luglio-675x1024

Eco del Chisone 22 luglio 2013

Eco del Chisone 22 luglio 2013

httpv://www.youtube.com/watch?v=6ttzlvxwT08

Il Maestro di Cercenasco. Sgarbi: intervenga il Ministro

Il Giornale, 28 luglio 2013

La Stampa, 22 agosto 2013

La Stampa, 22 agosto 2013 – Intervista a Dario Seglie

 La Pancalera - settembre 2013

2013-10-04 14-35_Pagina_2

2013-10-04 14-35_Pagina_1

eco-chisone-6-11-2013


  • 0

Un libro speciale per il Pontefice

È nato a Cercenasco, realizzato presso il nostro Centro Studi, il volume speciale, rilegato dalle sapienti mani di due rilegatori di Grugliasco, Rocco Vasile e Giovanni Siviero, che è stato donato il 6 maggio 2013 al Pontefice in occasione della visita ad limina dei vescovi piemontesi in Vaticano.

papafrancescoemonsignordebernardi

Grande formato, con la copertina stampata appositamente in tela, e confezionato in una scatola costruita su misura con scritte in oro. Il volume è stato realizzato in due sole copie. La prima per il Santo Padre, la seconda che resterà nella Biblioteca diocesana di Pinerolo, per ricordare l’evento. Si tratta di due copie in grande formato, reimpaginate, del volume che Marcovalerio Edizioni e Vita Diocesana Pinerolese hanno realizzato a tempo di record non appena Jorge Maria Bergoglio è stato elevato al soglio pontificio.

Una realizzazione, anche in questo caso, a tempo di record, possibile grazie all’entusiasmo dei volontari del Centro Studi Silvio Pellico.


  • 1

Alla ricerca del “Paradiso Perduto”: Missione Rai e CeSMAP in Turchia

Dario Seglie

Dario Seglie

Dal 24 Aprile a metà Maggio 2013, una missione scientifica organizzata dalla Rai – Radio Televisione Italiana, in collaborazione col CeSMAP, Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica di Pinerolo e con l’appoggio del National Geographic di Washington, sarà in Turchia, nel sito preistorico di Göbekli Tepe, per raccogliere informazioni scientifiche e realizzare alcuni servizi televisivi per il Tg scientifico tecnologico Leonardo della Tgr  e per varie reti Rai. Il gruppo è formato dal Dr. Maurizio Menicucci, inviato scientifico della RAI-TV e referente della Missione, dal Prof. Dario Seglie, Direttore del CeSMAP, dall’operatore Sergio Zenatti, dal fotografo e operatore culturale Mario Della Casa, e da alcuni studiosi turchi, tra cui il Prof. Bora Cem Sevencan.

A guidarli nel lavoro sul campo sarà il Prof. Klaus Schmidt dell’Università di Berlino, scopritore, nel 1994, del complesso monumentale di Gobekli Tepe e direttore degli scavi.

Il Direttore degli scavi di Göbekli Tepe in Turchia, Prof. Klaus Schmidt (a sin.) col Prof. Dario Seglie Direttore del Museo d'Arte Preistorica di Pinerolo, referente scientifico del CeSMAP per la Missione con la RAI-TV in Mesopotamia, consultano gli atti del Congresso NEWS95, primo evento IFRAO-UNESCO svoltosi in Europa, a Torino e Pinerolo nel 1995.  (Foto Mario Busatto)

Il Direttore degli scavi di Göbekli Tepe in Turchia, Prof. Klaus Schmidt (a sin.) col Prof. Dario Seglie Direttore del Museo d’Arte Preistorica di Pinerolo, referente scientifico del CeSMAP per la Missione con la RAI-TV in Mesopotamia, consultano gli atti del Congresso NEWS95, primo evento IFRAO-UNESCO svoltosi in Europa, a Torino e Pinerolo nel 1995. (Foto Mario Busatto)

Gobekli Tepe, a 18 chilometri dalla città di Urfa sacra ad Abramo, risale al Paleolitico finale, quasi 12 millenni fa – 7 mila anni prima delle piramidi d’Egitto e di Stonehenge – ed è considerato il ritrovamento archeologico più stupefacente degli ultimi anni: templi circolari con grandi pilastri litici del peso medio di 50 tonnellate, lavorati con utensili di pietra, scolpiti con figure di animali e antropomorfe in basso e in altorilievo. Una scoperta che sconvolge tutti i paradigmi degli studi preistorici.

Maurizio Menicucci

Maurizio Menicucci

Alcuni studiosi, con felice intuizione, hanno ipotizzato che, anche per la sua posizione geografica tra Turchia e Siria, il sito possa aver ispirato gli antichissimi racconti mesopotamici e biblici del Paradiso terrestre, luogo irrimediabilmente perduto quando la civiltà umana passò dal nomadismo, tipico delle società di cacciatori-raccoglitori, a forme di aggregazione stabile e sedentaria basate sull’agricoltura e sull’allevamento. Una fase fondamentale e travagliata nell’evoluzione culturale dell’umanità, che molti specialisti vedono simboleggiata nel dissidio tra Caino ed Abele, a conferma di una verosimile identità tra il leggendario Eden – in sumerico, non a caso, “Giardino” – e questa regione dell’Alto Eufrate, dove a quei tempi – verso la fine dell’ultima glaciazione – viveva  allo stato selvatico gran parte delle specie animali e vegetali – ovini, suini, caprini, bovini, cereali e legumi – su cui ancora oggi si basa l’economia agricola mondiale.
Sul tema del “Paradiso Perduto”, la Missione, che è sotto l’egida della RAI, delle Autorità Ministeriali della Turchia, con il supporto delle Turkish Airlines, ha anche in progetto una Mostra internazionale, che avrà la sua prima tappa a Torino.

Turchia, Urfa. Grande stele istoriata di un tempio di Göbekli Tepe

Turchia, Urfa. Grande stele istoriata di un tempio di Göbekli Tepe


  • 0

La mostra sugli Indiani d’America sul TG3

IND-9788875473297

Si è conclusa ufficialmente la mostra “L’Universo degli Indiani d’America” organizzata dal CeSMAP, Centro Sudi e Museo di Arte Preistorica di Pinerolo, curata dal prof. Dario Seglie e dal prof. Enrico Comba. Oltre 15 mila visitatori per questo  evento che ha ottenuto grande attenzione a livello internazionale e la citazione del National Geographic.

La mostra potrebbe presto emigrare altrove, ma Pinerolo non perderà questo patrimonio. È infatti in studio un progetto del CeSMAP, in collaborazione con il Centro Studi Silvio Pellico, per realizzare una versione multimediale permanente dei materiali e dei reperti esposti, con un corredo didattico elaborato appositamente.

Dario Seglie, direttore del CeSMAP

Dario Seglie, direttore del CeSMAP

 


  • 0

L’Universo degli Indiani d’America

CeSMAP---11-01-2013

CeSMAP---11-01-2013-c

Da sinistra: Marco Civra, Ugo Perego, Maurizio Menicucci

Venerdì 11 gennaio 2013, il direttore del CeSMAP, professor Dario Seglie, ha presieduto una tavola rotonda con la partecipazione di docenti universitari e ricercatori, per illustrare le più recenti scoperte relative alla mappatura del dna mitocondriale, che ha permesso di fornire ulteriori contributi alla definizione dei percorsi preistorici di colonizzazione del continente americano da parte dell’Homo Sapiens. L’incontro è stato ripreso dal TG  scientifico del TGR, Leonardo, che presto dedicherà un servizio alle scoperte e alla mostra del CeSMAP.

Sono intervenuti all’incontro

  • dr Ugo Perego, The Genetic Genealogy Consultant, Salt Lake City e Laboratorio di Human Mitochondrial DNA, Università di Pavia
  • dr Alessandro Achilli,  Dipartimento di Biologia Cellulare e Ambientale, Università di Perugia e Dipartimento di Genetica e Microbiologia, Università di Pavia
  • dr. Maurizio Menicucci, giornalista scientifico “Leonardo” TGR RAI
  • prof. Dario Seglie, direttore del CeSMAP di Pinerolo
  • prof. Enrico Comba, Università di Torino
  • dr Daniele Ormezzano, conservatore del Museo di Scienze naturali di Torino
  • d.ssa Cristina Menghini, bibliotecaria e referente ufficio stampa del CeSMAP di Pinerolo;
  • M.o Roberto Seglie, segretario generale del CeSMAP
  • dr Marco Civra Presidente SIPE
CeSMAP SantAgostino 11-01.13

Maurizio Menicucci intervista Ugo Perego per TGR Leonardo

Contestualmente, il Centro Studi Silvio Pellico, che ha partecipato all’incontro, ha annunciato la proposta di accordo con il CeSMAP per virtualizzare la mostra intera e renderla disponibile in forma permanente sul web.

Museo-Cavalleria-11-01-2013

Da sinistra: Enrico Comba, Daniele Ormezzano, Marco Civra, Maurizio Menicucci, Alessandro Achilli

 

[easy2map id=2]


  • -

Visita il sito di marcovalerio edizioni

slide-SIPE-marcovalerio

A gennaio 2013, il Centro Studi Silvio Pellico ha rilevato in concessione dalla Marco Valerio Srl il marchio marcovalerio e i relativi cataloghi e siti


  • -

Visita il sito di Ajisaipress edizioni

Ajisai Press è il marchio editoriale su concessione Ajisai che diffonde a livello internazionale pubblicazioni dedicate al ricamo punto croce e blackwork


  • -

Visita il sito di Vita edizioni

slide-SIPE-vita

SIPE Centro Studi Silvio Pellico distribuisce in libreria a livello nazionale i titoli del catalogo di Vita Diocesana Pinerolese


  • 0

  • 0

Serve un Messia, mostra di Jean Paul Charles a Pinerolo

Si inaugura venerdì 7 dicembre, alle ore 17, la mostra personale di Jean Paul Charles, Serve un Messia, con testi di Patrizio Righero. presso la Biblioteca Diocesana Giulio Bonatto (Via Trieste, 40 – Pinerolo). La mostra è organizzata da EnPlainAir, con il patrocinio di Vita Diocesana Pinerolese e Centro Studi Silvio Pellico. Alla mostra interverrà l’artista e l’evento sarà affiancato da una serie di appuntamenti e conferenze.

L’INGRESSO ALLA MOSTRA E ALLE CONFERENZE È GRATUITO

 CALENDARIO DELLE APERTURE E DEGLI INCONTRI

  • Sabato 8 dicembre: apertura mostra dalle 16 alle 18,30
  • Domenica 9 dicembre: apertura mostra dalle 16 alle 18,30
  • Mercoledì 12 dicembre: apertura mostra dalle 15 alle 18
    • Alle 17 tavola rotonda sul tema: “Pittura e arte. Quali differenze?” Interviene Jean Paul Charles
  • Venerdì 14 dicembre: apertura mostra dalle 15 alle 18
  • Domenica 16 dicembre: apertura mostra dalle 16 alle 18:30
    • Alle ore 17  conferenza sul tema ”Il libro come oggetto d’arte”. Interviene Marco Civra, giornalista, editore e presidente del Centro Studi Silvio Pellico
  • Mercoledì 19 dicembre: apertura mostra dalle 15 alle 18.
    • Alle ore 17 il Vescovo di Pinerolo porge ai lettori della biblioteca gli auguri di Natale
  • Venerdì 21 dicembre: apertura mostra dalle 15 alle 18
  • Domenica 23 dicembre: apertura mostra dalle 16 alle 18,30
  • Domenica 6 gennaio 2013: apertura mostra dalle 16 alle 18,00
    • Alle ore 16:30 Live Painting. Jean Paul Charles dipinge da vivo nella hall della biblioteca. L’opera realizzata sarà poi donata al vescovo durante la “messa dei popoli”.

 Serve un Messia

httpv://www.youtube.com/embed/Qnltlw_hQPs

Vedi l’intervista realizzata da Vita diocesana pinerolese

 

 

 


  • 0

È nato il Centro Studi Silvio Pellico

Una nuova associazione culturale che intende operare per promuovere e valorizzare la cultura del territorio pinerolese. L’associazione si chiama “Centro Studi Silvio Pellico” e si è costituita il 18 ottobre 2012. Conta già su adesioni significative, con l’avvio di progetti importanti.

I soci fondatori rappresentano importanti realtà culturali dell’area: il prof. Dario Seglie, noto antropologo e direttore del CeSMAP, l’avvocato Enrico Rostan, presidente dello storico Circolo Sociale 1806 di Pinerolo, il dr Attilio Beltramino, storico e attuale sindaco di Volvera, il dr Patrizio Righero, direttore del mensile Vita Diocesana Pinerolese, il dr Gualtiero Galvagno, commercialista e revisore dei conti di importanti società del territorio, l’ing. Gianfranco Billotti, responsabile del Coordinamento UNITRE del Piemonte, Norma Casano, presidente della Marco Valerio, nota casa editrice accademica, il dr Piero Boldrin, studioso di tradizioni antiche, la d.ssa Cristina Menghini, storica e giornalista, il dr Marco Civra, giornalista.

Alla presidenza del Centro Studi Silvio Pellico è stato nominato il dr Marco Civra, già consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri e membro della Commissione per l’editoria per ciechi e ipovedenti del Ministero della Cultura. Tesoriere del Centro Studi, la d.ssa Cristina Menghini.

Fra i primi progetti che il Centro Studi intende mettere in campo, l’organizzazione di un forum degli assessori alla Cultura del territorio per promuovere un sistema integrato di promozione e sinergia delle iniziative.

“Il territorio pinerolese — spiega Marco Civra — riassume una ricchezza storica, monumentale e ambientale di una densità superiore a molte aree dell’Italia, e tuttavia questo patrimonio non ha trovato finora sufficiente eco al di fuori dell’ambito locale. Forse perché sono mancati scrittori che abbiano incarnato il territorio, attirando l’attenzione sullo splendore dei suoi paesaggi, dei suoi monumenti e sulla sua intensissima storia militare, talvolta anche tragica. Non a caso abbiamo voluto intitolare questa associazione alla figura di Silvio Pellico: patriota fervente e carbonaro, cristiano, uomo simbolo del Risorgimento, piemontese, saluzzese di nascita e pinerolese durante gli anni dell’infanzia. In un momento di crisi come l’attuale, occorre unire, condividere e impegnarsi duramente. Per questo intendiamo aprire fin da subito raporti di collaborazione stretti con analoghe associazioni che già operano in questo territorio, in ambiti diversi, e invitare gli amministratori ad adottare una logica di sistema territoriale, a vantaggio di tutti.”

Marco Valerio Edizioni, attraverso il proprio presidente, Norma Casano, ha anticipato che cederà gratuitamente i diritti del proprio catalogo su tutte le opere riconducibili al territorio pinerolese, per favorire e sostenere il Centro Studi, affidando alla neonata associazione la gestione e conduzione delle iniziative di promozione e diffusione culturale.

Personalità del territorio e a livello nazionale hanno già manifestato il loro plauso e l’adesione alla nuova realtà costituita dal Centro Studi Silvio Pellico, felicitandosi per l’idea di costruire una agenzia di propulsione ed elaborazione culturale, marcatamente focalizzata sul Pinerolese, terra ricca che necessita di nuove progettualità avanzate, di comunicazione efficace e di ampliata e approfondita visibilità.


VISITA E PARTECIPA AL PROGETTO TERRE D'ACAIA